AT-1024x402-2019
affettato_10245x402
miele1024x402
carne_1024x402
PO-1024x402
DSC_7356_1024x402
spighe2-1024x402
verdura2-1024x402
risotti_1024x402
· Abbiamo qualcosa da raccontarvi: "Oche e ròi a Fanènch: per i nòst cundiment" ·
← Elenco Blog
Oche e ròi a Fanènch: per i nòst cundiment

Don Pier Luigi Ferrari nel settembre dello scorso anno ha offerto una indimenticabile e godibile conferenza tenuta presso il Museo della cultura contadina di Offanengo dal titolo “L’oca e il maiale: due fonti obbligate dell’alimentazione contadina nel territorio di Offanengo”. Oggi questo excursus nel mondo dei condimenti della cucina cremasca si è concretizzato in un volumetto che entra a far parte della già ricca collana museale.

Per usare le parole introduttive di Maria Verga Bandirali si tratta di “un piccolo e divertente capolavoro intessuto di vecchi motti della parlata dialettale”. Memore dell’affetto materno, d. Ferrari ha saputo trasformare una vasta eredità sapienziale offrendoci la bella storia di una famiglia composta da quattro cugini (Grasso, Lardo, Burro e Olio) popolare personificazione dei condimenti in uso nell’alimentazione popolare contadina. Questo viaggio immaginario si svolge in una cascina ideale e permette la rievocazione di sapori e di odori che si ricollegano a ricordi concreti di una realtà lontana di cui l’autore sa bonariamente cogliere tutti gli aspetti della più genuina “filosofia della vita”.

W.V.

Da “Cremona Produce” n. 1-2015
d. Pier Luigi Ferrari
Oche e ròi a Fanènch: per i nòst cundiment
Tipografia Trezzi, Crema, 2014 pp. 122, s.i.p.

Scopri
le specialità dei ristoratori del territorio
dai un'occhiata
Scopri
le specialità dei ristoratori del territorio
dai un'occhiata

Hai un ristorante?

Dare visibilità online al tuo locale è un buon modo per raggiungere nuovi clienti.

CONTATTACI
Iscrivendoti confermi di aver preso visione della normativa sulla privacy ed esprimi il consenso al trattamento dei tuoi dati personali.
Iscriviti alla newsletter Ricevi le ultime novità e promozioni