AT-1024x402-2019
affettato_10245x402
miele1024x402
carne_1024x402
PO-1024x402
DSC_7356_1024x402
spighe2-1024x402
verdura2-1024x402
risotti_1024x402

· Scopri l'evento "La cucina nel Risorgimento" ·

← Elenco Eventi
La cucina nel Risorgimento
La Casa di Alti Formaggi / Via Roggia Vignola, 9 - Treviglio (BG)
Il giorno 22-11-2016

Prosegue, il prossimo 22 novembre 2016, alle ore 18, presso La Casa di Alti Formaggi, spazio appositamente allestito a Treviglio (BG) –  Via Roggia Vignola, 9 – il percorso degli appuntamenti a tema, rinnovando l’interesse del pubblico nei confronti di un argomento che lega la tradizione ad un dato periodo storico e che garantirà la scoperta di avvenimenti particolari e di stretto legame con la cucina che ancora oggi è in voga.
Nel cibo, come noto, si può leggere la storia di un territorio, la sua economia, le alleanze, le convenienze sociali, le amicizie e le sudditanze. Il Risorgimento accelera quel processo di diffusione della conoscenza di nuovi piatti e di preparazioni particolari trasferite in altri territori che stavano diventando una nazione. Quel periodo storico è stato importante anche per la nostra cucina, capace finalmente di iniziare un percorso e di riaffermare le proprie origini. L’unità nazionale passa anche attraverso pentole e fornelli e le ricette sono state strumenti utili, anche se la cucina ufficiale delle corti italiane è ancora francese ed i nomi dei piatti, nei pranzi ufficiali, è fatta di nomi altisonanti di origine europea.
La situazione economica e sociale italiana era disastrosa con povertà e analfabetismo che la facevano da padroni. La dieta dei contadini, ossia dei quattro quinti della popolazione, era composta per lo più da tre elementi: mais, patate e grano.
Partendo da queste considerazioni, il giornalista e conduttore radiofonico, Lapo De Carlo intratterrà il pubblico, facendo un excursus dei personaggi e degli avvenimenti più importanti di quel periodo storico, sempre legati al tema culinario.
Anche in questa occasione non mancherà l’apporto creativo di Nicola Locatelli, che realizzerà, proprio per l’occasione, tre piatti di forte richiamo emozionale e, come ci ha abituati, dagli abbinamenti inconsueti.
“Ci piace rammentare come l’unità d’Italia passi anche dall’apprezzamento, sempre più marcato, delle abitudini alimentari che vengono arricchite dagli influssi dei diversi territori – riferisce Gianluigi Bonaventi, Presidente di Alti Formaggi – tanto da poter vantare una delle cucine più fantasiose e ricche al mondo. Con alla base ingredienti ed elaborazioni che ne hanno fatto un esempio da imitare”.
L’ingresso è gratuito, previa iscrizione obbligatoria.
Per iscriversi agli eventi: www.altiformaggi.com

Scopri Alti Formaggi

Scopri
le specialità dei ristoratori del territorio
dai un'occhiata
Scopri
le specialità dei ristoratori del territorio
dai un'occhiata

Hai un ristorante?

Dare visibilità online al tuo locale è un buon modo per raggiungere nuovi clienti.

CONTATTACI
Iscrivendoti confermi di aver preso visione della normativa sulla privacy ed esprimi il consenso al trattamento dei tuoi dati personali.
Iscriviti alla newsletter
Ricevi le ultime novità e promozioni

La tradizione arriva
sulla tua tavola

ACQUISTALO ADESSO